• 01 MAG 20
    • 0
    Surgery first e gli altri approcci di ortodonzia in chirurgia ortognatica

    Surgery first e gli altri approcci di ortodonzia in chirurgia ortognatica

    Surgery first e gli altri approcci di ortodonzia in chirurgia ortognatica

    Quando il mal posizionamento dei denti e la cattiva masticazione, derivano da un problema dento-scheletrico, cioè da uno squilibro di crescita delle mascelle, l’intervento di chirurgia ortognatica è l’unica soluzione possibile per acquisire una buona estetica e funzione del sorriso.

    Generalmente le persone che si avvicinano alla chirurgia ortognatica sono quelle che notano un’anomalia dei denti, chiudono male la bocca o percepiscono nel viso qualcosa di poco gradevole.

    Per correggere la mandibola, il primo step per affrontare il percorso chirurgico è la visita con l’ortodontista e con il chirurgo maxillo facciale: dopo un’attenta analisi della bocca, dei calchi e delle TC del cranio, il nostro team elaborerà la fase terapeutica idonea al caso.

    Attualmente, esistono diversi approcci di ortodonzia atti alla preparazione delle arcate dentarie all’intervento chirurgico:

    SURGERY FIRST

    Tra alcuni dei principali vantaggi, questo protocollo riduce significativamente il tempo totale di trattamento e consentirà ai pazienti di scegliere il momento specifico del loro intervento chirurgico senza passare quindi per un percorso di ortodonzia pre-chirurgica tradizionale.
    Il risultato estetico che il paziente cerca viene raggiunto immediatamente, omettendo la normale fase di preparazione all’intervento con il trattamento ortodontico iniziale.

    In ogni caso, si deve tenere presente che questa modalità di trattamento non è applicabile in tutti i pazienti, soprattutto se l’anomalia di base è troppo complessa o è principalmente di interesse per uno specifico risultato occlusale.

    Le tempistiche
    Fase di ortodonzia pre-chirurgica > l’apparecchio ortodontico viene montato pochi giorni prima dell’intervento chirurgico
    Fase di ortodonzia post-chirurgica > l’apparecchio ortodontico viene tenuto dal paziente per circa 6/8 mesi

    SURGERY EARLY

    Come nel caso precedente con la tecnica Surgery First, anche qui la motivazione estetica dei pazienti è elevata. Ma le caratteristiche di base dell’occlusione (come nel caso di affollamento dentale significativo o asimmetrie facciali), richiedono una fase di trattamento ortodontico prima dell’intervento chirurgico che, pur essendo più breve del trattamento classico, garantisce risultati ottimali.

    Le Tempistiche
    Fase di ortodonzia pre-chirurgica > l’apparecchio ortodontico viene montato circa 3 mesi prima alcuni mesi prima dell’intervento
    Fase di ortodonzia post-chirurgica > l’apparecchio ortodontico viene tenuto dal paziente per circa 6/8 mesi

    SURGERY LATE

    Con questo protocollo seguiamo il trattamento classico: trattamento ortodontico – chirurgia – trattamento ortodontico. È, continua ad essere oggi la tecnica più utilizzata a causa della grande esperienza che si ha con essa e grazie all’elevata previsione dei risultati ottenuti.

    Fase di ortodonzia pre-chirurgica > l’apparecchio ortodontico viene montato generalmente 5/6 mesi dell’intervento.
    Fase di ortodonzia post-chirurgica > l’apparecchio ortodontico viene tenuto dal paziente per circa un anno.

    SURGERY ONLY

    Può succedere che vi siano alcuni pazienti che non necessitano dell’ortodonzia per sottoporsi all’intervento di chirurgia ortognatica:

    1) coloro che in passato sono stati sottoposti a trattamento ortodontico per correggere l’occlusione, ma non sono soddisfatti dei risultati a livello estetico e decidono di sottoporsi a un intervento chirurgico.

    2) coloro che si sottopongono esclusivamente a un intervento chirurgico senza trattamento ortodontico, né prima né dopo l’intervento (pazienti con apnea ostruttiva del sonno, pazienti con denti

    SURGERY FIRST CON DOTT. VERNUCCI

    Pubblicato da Ortognatica Roma su Giovedì 21 maggio 2020

     

    Potrebbe anche interessarti:

    Surgery First e Ortognatica: quando è possibile?

    Problemi, rischi e durata dell’ortodonzia negli adulti

    Lascia un commento →

Lascia un commento

Cancella risposta

Photostream