Alimentazione e ortognatica: consigli sul post-intervento

In questo focus ti forniremo tutti i dettagli del perché l’alimentazione dopo un intervento di chirurgia ortognatica è così importante e ti delucideremo consigli pratici alimentari per riprenderti in maniera ottimale dal tuo percorso chirurgico.

Il primo concetto da chiarire è che il paziente recentemente operato di chirurgia ortognatica deve mangiare senza diminuire l’apporto dei soliti nutrienti che consuma, questo si traduce nel mantenimento della quantità di calorie e di altri nutrienti, in particolare proteine, liquidi e carboidrati.

È fondamentale tenere presente che il tipo di alimento o la consistenza cambia a seconda di elementi come il tipo di intervento chirurgico e fondamentalmente in base al numero di giorni trascorsi dall’intervento.

Per ottenere quanto sopra indicato, comprendendo che il processo di alimentazione è molto più lento, dobbiamo mantenere un apporto costante di piccole porzioni: si sconsiglia quindi di mantenere i consueti orari dei pasti, consumando molteplici piccoli pasti durante il giorno.

Ieri e oggi: cosa è cambiato dal passato?

In passato, i pazienti sottoposti a chirurgia ortognatica avevano la mascella immobilizzata per facilitare la guarigione attraverso l’utilizzo di speciali elastici: il blocco intermascellare post-chirurgico rappresentava un gradino obbligatorio per tutti i pazienti. Questa tecnica può essere ancora necessaria in alcuni casi, tuttavia attualmente vengono utilizzate microviti e mini-placche a fissazione rigida per garantire una guarigione precisa e prevedibile e molto più confortevole.

Questi sistemi di fissaggio sono piuttosto piccoli e poco percepiti dai pazienti e non necessitano nessuna rimozione.  Il confort è quindi maggiore rispetto al passato ma a causa delle loro piccole dimensioni, questi sistemi di fissaggio, non possono resistere alla forza esercitata dalla masticazione fino a quando non è trascorso del tempo.

Considerando quanto sopra, dobbiamo quindi seguire attentamente un percorso di riabilitazione della nostra bocca, al fine di stabilizzare il risultato definitivo dell’intervento.

Divideremo quindi il tipo di dieta in tre settimane dopo l’intervento chirurgico.

Alimentazione: Cosa mangiare durante la prima settimana post ortognatica?

Immediatamente dopo l’intervento chirurgico, il gonfiore può rendere difficile mangiare cibi solidi. Pertanto, durante i primi giorni dopo l’intervento, tutto il cibo dovrebbe essere completamente liquido.

In questa fase è importante il mantenimento di un apporto calorico significativo, altrimenti vi sentirete deboli.

La bocca è molto gonfia, le labbra possono esssere edematose e sensibili. Inoltre, le ferite si trovano appena all’interno della bocca nella parte inferiore del vestibolo buccale.

In questa prima settimana il cibo dovrebbe essere prevalentemente di consistenza liquefatta. È fondamentale mantenere il carico calorico abituale e mantenere un apporto proteico costante senza trascurare l’idratazione con abbondanti liquidi.

Poiché la dieta è limitata al solo cibo liquido, dovresti cercare di incorporare tutti i nutrienti. Un modo per garantire che ciò accada è fare affidamento su integratori alimentari.

Un altro modo per ingerire i nutrienti di base è attraverso creme vegetali. Queste sono perfette per i trattamenti post-chirurgici maxillo-facciali, poiché incorporano tutti i benefici necessari delle verdure che ti aiuteranno a riprenderti.

Per quanto riguarda la temperatura nelle prime 24 ore si consigliano cibi freddi, successivamente si può passare a temperature tiepide.

Evita di nutrirti con molti condimenti e sapori forti: il tuo stomaco sarà particolarmente sensibile anche ai farmaci prescritti per il post-intervento.

Gli alimenti non liquidi devono essere lavorati, frullati e poi filtrati.

Si consiglia di variare costantemente il tipo di alimento.

Alimentazione: Cosa posso mangiare nella seconda settimana post chirurgia ortognatica?


Già a partire dalla seconda settimana, le cose andranno meglio: anche se vi sarà ancora infiammazione, il disagio inizierà ad essere minore. Le labbra staranno già guarendo e le ferite all’interno della sua bocca saranno per lo più chiuse in larga misura.

E’possibile abbandonare quindi l’alimentazione totalmente liquida per passare all’utilizzo del cucchiaino in quanto l’apertura della bocca aumenterà gradatamente.

In questa fase ti preparerai a recuperare la mobilità della mascella.

Ricordiamoci che l’intervento consiste nel riposizionare le ossa del tuo viso per mezzo di osteotomie (fratture chirurgiche). Le stesse sono in una fase iniziale di assestamento e non c’è consolidamento osseo. Le ossa non si sono ancora saldate e ciò avverrà al trentesimo giorno, non sei pronto a masticare e macinare, ma è comunque possibile aumentare la consistenza del cibo (zuppe più dense).

Alimentazione: Cosa posso mangiare dopo la terza settimana post-ortognatica?

A partire dalla terza settimana è possibile iniziare a ripristinare le abitudini alimentari. Possiamo cominciare a reintrodurre alimenti con maggiore consistenza come patate cotte, purea, pesce morbido, legumi ben cotti e senza coperture e gradualmente, con tolleranza, ampliare il ventaglio della dieta fino a quando, entro la sesta settimana, si può mangiare quasi come al solito.

Il paziente può quindi alimentarsi con alimenti morbidi come il purè di patate, zucca e altri abbinati a carne di pollo sminuzzata. E’ importante non ingoiare cibo che presuppone masticazione.

Dalla quarta settimana sarai in grado di mangiare cibi consistenti che richiedono una masticazione delicata.

Dopo la sesta settimana puoi riprendere la tua dieta abituale

9 Consigli pratici su cosa mangiare dopo un intervento di chirurgia ortognatica

Bevi succhi di frutta fresca o latte a colazione.

Mangia zuppa di pollo e zuppa di manzo per pranzo e cena, insieme ad alcuni succhi di verdura.

Per merenda si possono bere limonate, succhi di frutta con miele, gelati soft, yogurt, marmellate e milk shake. I gelati possono servire come dessert.

Mentre sei a dieta liquida, non dimenticare di bere molta acqua ogni giorno! Le diete liquide non solo promuovono la perdita di peso, ma anche la disintossicazione del corpo.

Mangia cibi freddi se provi dolore quando deglutisci.

Se la tua dieta è totalmente liquida, affidati agli integratori alimentari per raggiungere l’apporto calorico necessario

Diluisci il cibo con succo, latte, acqua o brodo

Filtra il cibo per rimuovere particelle e fibre, evitando così problemi di igiene

Mangia da 5 a 6 pasti al giorno per sentirti subito sazio.

 

 

Call Now Button