• 05 OTT 16
    • 1
    5 benefici sicuri della chirurgia ortognatica

    5 benefici sicuri della chirurgia ortognatica

    La chirurgia ortognatica si differenzia da altri approcci, in primo luogo l’ortodonzia tradizionale, perché assicura vantaggi concreti e di lunga durata.

    I problemi che si possono affrontare con la chirurgia ortognatica sono molti e spaziano dalle “malattie del sonno”, vedi su tutte l’OSAS (Sindrome delle Apnee Ostruttive Notturne) alla retrusione di mento, mandibola e mascellare superiore, dall’allineamento irregolare dei denti al profilo atipico del viso. Questioni di salute, dunque, ma anche disagi estetici che precludono una vita serena e appagante. La chirurgia ortognatica è una risposta seria a questi e altri disturbi e offre benefici tangibili che è opportuno conoscere e approfondire.

    Noi ne abbiamo individuati 5 tra i principali, eccoli in ordine sparso. Cominciamo!

     

    1 – Meno dolore, meno gonfiore, meno sangue

    In virtù del basso livello di invasività di un intervento di chirurgia ortognatica, il paziente soffre meno, perde meno sangue e si trova con la bocca meno gonfia al termine dell’operazione. Basti pensare che già uscito dalla sala operatoria è possibile aprire la bocca, mentre i punti vengono tolti a distanza di una decina di giorni. Entro un mese il dolore si stabilizza fino a scomparire del tutto.

    2 – Percorsi di ortodonzia di appena 6 mesi

    Un secondo beneficio della chirurgia ortognatica riguarda la riduzione delle tempistiche di ortodonzia. Se nel percorso classico l’apparecchio per allineare i denti va portato per circa 2 anni, nel percorso ortognatico i tempi si riducono ad appena 6 mesi. Una differenza abissale che garantisce una qualità della vita di gran lunga superiore.

    3 – Miglioramento estetico secondo le esigenze

    L’ortognatica è una branca della chirurgia maxillo-facciale e in quanto tale si prefigge, fra le altre cose, di migliorare l’estetica del viso nella sua globalità. Ciò significa che chi si sottopone a un intervento di chirurgia di questo tipo avrà come beneficio ulteriore un viso scolpito secondo le sue esigenze e i suoi gusti personali. Il chirurgo ha facoltà di modificare il profilo di zigomi, mento, mandibola e non solo, mostrando in anticipo al paziente l’aspetto definitivo grazie a software di ricostruzione tridimensionali avanzati.

    4 – Addio OSAS e altre “malattie del sonno”

    Chi ha problemi di OSAS, bruxismo e altre malattie del sonno scoprirà nella chirurgia maxillo-facciale un prezioso aiuto. Nella maggioranza dei casi, al di fuori dell’obesità, le apnee ostruttive notturne sono causate da una retrusione di mento, mandibola e mascellare superiore. Obiettivo della chirurgia ortognatica è correggere questo difetto e permettere al paziente di tornare a dormire sonni tranquilli.

    5 – Risultati che durano per tutta la vita

    Ultimo ma non ultimo per importanza dei benefici è la durata del risultato. Split, bite e dispositivi di vario genere spesso funzionano – se funzionano – fin tanto che il paziente decide di utilizzarli. Una volta tolti si ripresentano OSAS, bruxismo e problematiche del sonno. Al contrario, l’ortognatica dura per tutta la vita a fronte di un intervento di poche ore e di un periodo di recupero di circa un mese, nel quale si può lavoro, studiare e svolgere le normali attività quotidiane. In definitiva, il confronto con altre soluzioni vede l’ortognatica uscire vincente sotto ogni punto di vista. Provare per credere!

     

    Lascia un commento →

Lascia un commento

Cancella risposta